Cancro ai polmoni, del polmone e la prognosi cancro alle ossa.

Vedere anche: Lung Cancer scritto per i pazienti

Vedi l’articolo separato sul mesotelioma maligno – un tumore delle cellule mesoteliali, che di solito si verifica nella pleura, ma può verificarsi anche altrove – ad esempio, il peritoneo.

Circa il 95% di tutti i tumori polmonari primari sono carcinomi bronchiali. Metastasi nel polmone sono siti comuni e tipici per il tumore primario comprendono il rene, della prostata, della mammella, l’osso, il tratto gastrointestinale, collo dell’utero e dell’ovaio. Le metastasi di solito si sviluppano nel parenchima e sono relativamente asintomatico, anche quando le metastasi sono ampie. Carcinoma dello stomaco, del pancreas e della mammella può comportare ghiandole del mediastino e la diffusione lungo le vie linfatiche polmonari (linfangite carcinomatosa), causando dispnea progressiva e grave.

tumori bronchiali primari sono classificati come segue:

SCLCs

Questi rappresentano circa il 15% dei casi:

  • Chiamato anche carcinoma a cellule avena, derivanti da cellule Kulchitsky, che fanno parte della captazione ammina precursori e sistema endocrino decarbossilazione (APUD). cellule APUD producono polipeptidi e ammine che agiscono come ormoni o neurotrasmettitori.
  • In rapida crescita e altamente maligno; si diffondono presto e sono quasi sempre inutilizzabile al momento della presentazione.
  • Essi rispondono alla chemioterapia, ma la prognosi è infausta.

Aggiungere note a qualsiasi pagina clinica e creare un diario riflettente

monitorare automaticamente e registrare ogni pagina che visti

Stampare ed esportare una sintesi da utilizzare nel valutare

NSCLCs

Questi rappresentano il 85% dei casi. I NSCLCs sono spesso raggruppati insieme quando viene considerato il trattamento. NSCLCs includono:

  • Squamose (42% di NSCLCs):
  • La maggior parte presenti come lesioni ostruttive dei bronchi, che porta alle infezioni.
  • diffusione locale è comune, ma le metastasi diffuse verifica relativamente tardi.
  • Adenocarcinoma (39% di NSCLCs):
    • Nasce da cellule mucose nell’epitelio bronchiale.
    • E ‘il carcinoma bronchiale più comune associato con l’amianto ed è più comune nei non fumatori, rispetto ad altri tipi di cellule.
    • L’invasione della pleura e linfonodi del mediastino è comune.
    • metastasi Spesso al cervello e le ossa.
    • A grandi cellule (8% del NSCLCs):
      • Sono meno differenziate forme di cellule squamose e gli adenocarcinomi.
      • carcinomi a grandi cellule metastasi precoce.
      • I tumori carcinoidi (7% di NSCLCs).
      • cell broncoalveolare (4% di NSCLCs):
        • Si verifica sia come nodulo solitario periferica o lesioni nodulari come diffuse.
        • Epidemiologia [1]

          Più di 39.000 nuovi casi di cancro al polmone sono diagnosticati nel Regno Unito ogni anno. Più di 35.000 persone muoiono dalla condizione. Questo è più che il cancro del colon-retto e della mammella in combinazione. Più donne ora muoiono di cancro al polmone rispetto cancro al seno.

          L’entità del NSCLC non legate al fumo è sempre più riconosciuta. Il fumo passivo, esposizioni professionali, malattie polmonari preesistenti, la dieta e l’esposizione agli estrogeni sono stati tutti messo in discussione come possibili fattori di rischio. [3]

          Fattori di rischio

          • Attivo o passivo il fumo di sigaretta è il principale fattore di rischio. Uno studio ha trovato che il fumo di sigaretta è stato associato con tumori di dimensioni maggiori rispetto ai non fumatori al momento della presentazione. [4]
          • Aumento età.
          • Le persone con malattia polmonare ostruttiva cronica. [5]
          • Le persone con una precedente storia di cancro (in particolare della testa e del collo). [5]
          • Industrial malattie polveri, amianto, cromo, arsenico, ossidi di ferro e radiazioni.
          • Il fattore di crescita epidermico (EGFR) e dei suoi ligandi sono spesso espressi in NSCLC e chinasi di EGFR tirosina (EGFR-TK) inibitori erlotinib e gefitinib hanno mostrato attività clinica nel sottogruppo di pazienti con NSCLC che prova positiva per la mutazione EGFR-TK . [6]

          Presentazione [1]

          • sintomi e segni iniziali includono:
          • Tosse
          • Dispnea
          • Perdita di peso
          • Dolore al petto
          • Emottisi
          • dolore osseo
          • Finger in discoteca
          • Febbre
          • Debolezza
          • vena cava superiore ostruzione
          • Disfagia
          • Mal di testa
          • Nausea e vomito
          • Raucedine (coinvolgimento del nervo laringeo ricorrente)
          • Respiro sibilante e stridore
        • Altre presentazioni sono ricorrenti o lentamente polmonite risolvere, anoressia, osteoartropatia polmonare ipertrofica e sopraclavicolare o linfoadenopatia ascellare.
        • segni torace: a volte segni; In caso contrario, il consolidamento, il collasso, versamento pleurico.
        • La malattia metastatica: la tenerezza delle ossa, epatomegalia, confusione, convulsioni, deficit neurologico focale, sindrome cerebellare, miopatia prossimale, neuropatia periferica.
        • Diagnosi differenziale

          Altre cause di una ‘lesione moneta’ (solitaria, rotondo, ombra circoscritta nel campo polmone CXR):

          • malignità secondarie.
          • malformazione artero-venosa.
          • amartoma polmonare
          • Rare, tumore benigno.
          • TAC mostra massa lobulati con le macchie di calcificazione.
          • Spesso asportato per escludere malignità.
        • adenoma bronchiale
          • Rare, a crescita lenta del tumore.
          • Il 90% sono tumori carcinoidi; Il 10% sono cylindromas.
          • Il trattamento è chirurgico.
          • Ascessi.
          • Granuloma – ad esempio, la tubercolosi.
          • effusione incistate (liquido, sangue, pus).
          • Cisti.
          • Corpo estraneo.
          • tumore della pelle (ad esempio, verruche seborroiche).
          • Referral [5]

            • Considerare rinvio immediato (ingresso acuta o rinvio che si verificano nel giro di poche ore, o anche più rapidamente se necessario) per i pazienti con:
            • Segni di vena cava superiore ostruzione (gonfiore del viso / collo con elevazione fisso di pressione venosa giugulare).
            • Stridore.
          • Fare riferimento urgenza (per essere visto entro due settimane) i pazienti con:
            • emottisi persistente nei fumatori o ex-fumatori di età compresa tra 40 anni e più (non aspettare per un risultato CXR prima di riferimento).
            • Un suggestivo Rx di cancro ai polmoni (incluso il versamento pleurico e lentamente il consolidamento risolvere).
            • Un quadro normale dove c’è un forte sospetto di cancro ai polmoni.
            • Una storia di esposizione all’amianto e la recente comparsa di dolore toracico, mancanza di respiro o sintomi sistemici inspiegabili in cui una radiografia del torace indica versamento pleurico, la massa pleurico o qualsiasi patologia polmonare sospetto.
            • Le indagini [1]

              • CXR:
              • Può presentare una opacità circolare periferico, l’allargamento ilare, il consolidamento, versamento pleurico o secondarie ossee.
              • rinvio urgente di una CXR (il rapporto deve essere restituito entro cinque giorni) è indicato quando un paziente si presenta con emottisi, o uno qualsiasi dei seguenti sintomi o segni inspiegabili o persistente (durata più di tre settimane): [5]
              • Tosse
              • Dolore toracico / spalla
              • Dispnea
              • Perdita di peso
              • segni torace
              • Raucedine
              • Finger in discoteca
              • Caratteristiche suggestivi di metastasi di un cancro ai polmoni (ad esempio, nel cervello, ossa, fegato o la pelle)
              • linfoadenopatia cervicale / sopraclavicolare
            • Urgente CXR è indicato anche per i pazienti con problemi respiratori cronici di fondo che hanno cambiamenti inspiegabili nei sintomi esistenti. [5]
            • Se la radiografia del torace è normale, ma c’è un forte sospetto di cancro ai polmoni, i pazienti devono essere offerti rinvio urgente.
            • TC del torace con mdc:
              • Di mettere in scena il tumore. La scansione dovrebbe includere anche il fegato e le ghiandole surrenali. TC del torace deve essere eseguita prima di una broncoscopia a fibre ottiche previsto o qualsiasi altra procedura biopsia.
              • tomografia ad emissione di positroni (PET) -CT scansione:
                • Tutti i pazienti potenzialmente curabili dovrebbero essere offerti anche una scansione PET-CT prima del trattamento.
                • Questa tecnica prevede l’utilizzo di apparecchiature PET e CT sullo stesso portale. Le immagini ottenute sono sovrapposti e può dare una localizzazione molto precisa della patologia.
                • broncoscopia:
                  • Per stabilire una diagnosi istologica e valutare l’operabilità.
                  • Questo dovrebbe essere eseguito su pazienti con lesioni centrali, dove stadiazione linfonodale non influenza il trattamento.
                  • Collo ultrasuoni:
                    • Se vi è un forte sospetto di malignità mediastinica su TC, ecografia del collo deve essere offerto con il campionamento dei linfonodi visibili o non eco-guidata agoaspirato transbronchiale (TBNA).
                    • Se l’ecografia del collo è negativo, non eco-guidata TBNA, endobronchiale eco-guidata (EBUS) TBNA o endoscopica eco-guidata agoaspirato (EUS-FNA) deve essere eseguita.
                      • biopsia chirurgica:
                      • Deve essere eseguita per la diagnosi dove altri metodi meno invasivi della biopsia non hanno avuto successo o non sono possibili.
                      • Biopsie devono essere prelevati da metastasi se questo può essere realizzato più facilmente dal sito primario.
                      • Percutanea transtoracica biopsia:
                      • Per la diagnosi delle lesioni periferiche e linfonodi superficiali.
                      • Toracoscopia dovrebbe essere considerato per i pazienti con versamento pleurico o lesioni periferiche in cui i mezzi meno invasivi non hanno raggiunto istologica e citologica conferma della diagnosi. [2]
                    • Anteriore mediastinotomia / mediastinoscopy: [2] [7]
                      • Dovrebbe essere considerata in pazienti con carcinoma polmonare si presentano con ilari e mediastiniche masse in cui conferma istologica o citologica non è stata raggiunta con mezzi meno invasivi.
                      • Un 18F-desossiglucosio la tomografia ad emissione di positroni (PET) di scansione:
                        • Deve essere eseguita per indagare i noduli polmonari solitari nei casi in cui una biopsia non è possibile o non è riuscita.
                        • test di funzionalità polmonare.
                        • Citologia:
                          • Espettorato e liquido pleurico.
                          • Citologia dell’espettorato è raramente indicato e dovrebbe essere riservato per lo studio di pazienti che hanno posto in posizione centrale noduli o masse e non sono in grado di tollerare, o non vogliono sottoporsi, broncoscopia o altri esami invasivi.
                          • Test per la crescita epidermico recettore del fattore di tirosin-chinasi (EGFR-TK) mutazione può avere importanti implicazioni nella scelta del trattamento per i pazienti con NSCLC.
                          • Indagini per metastasi [2]

                            • Tutti i pazienti con NSCLC che vengono presi in considerazione per il trattamento radicale dovrebbero avere una scansione PET-CT messa in scena per rilevare metastasi a distanza occulte.
                            • Cervello:
                            • testa contrast-enhanced TC o RM in pazienti asintomatici con malattia I-II stadio clinico non è raccomandato.
                            • testa contrast-enhanced TC o RM è giustificata nei pazienti con malattia N2 che vengono presi in considerazione per il trattamento curativo.
                          • Bone:
                            • La scintigrafia ossea con tecnezio 99m Tc ha un alto tasso di falsi positivi.
                            • Rispetto alla scansione isotopo osso convenzionale, FDG PET-CT è più specifico e sensibile. Se una scansione PET non è indicato e sintomi di metastasi ossee sono presenti un tecnezio 99m Tc scintigrafia ossea nucleare può essere utile.
                            • Una scintigrafia ossea positivo dovrebbe essere confermato da ulteriori studi (per esempio, a raggi X, risonanza magnetica, biopsia).
                            • Fegato:
                              • Ecografia, TC con mdc, FDG PET-TC o RM può essere utilizzato per caratterizzare le anomalie focali epatiche più benigni gt; 10 mm.
                              • Una conferma definitiva di una metastasi fegato può essere fatta solo da biopsia.
                                • Si raccomanda di indagine per metastasi a distanza quando il trattamento intensivo è presa in considerazione per i pazienti con SCLC che sono considerati essere ad alto rischio di avere metastasi a distanza.
                                • I pazienti con SCLC devono essere messo in scena dalla valutazione clinica e TC con mdc del torace e dell’addome. Se il CT non dimostra malattia estesa e l’esame clinico è negativo, la gestione dovrebbe procedere sull’ipotesi di malattia in stadio limitato.

                                Messa in scena e la gestione del carcinoma polmonare non a piccole cellule [1]

                                messa in scena

                                • Segue il ‘tumore, linfonodi, metastasi’ (TNM7) Classificazione: [8]
                                • Tumori (T):
                                • TX – risultati positivi citologia maligni, nessuna lesione visibile.
                                • T0 – nessuna evidenza di tumore primario.
                                • T1 – diametro inferiore o uguale a 3 cm.
                                • T1a – tumore le; 2 cm.
                                • T1b – tumourgt; 2 cm e le; 3 cm.
                                • T2:
                                • Associato con atelettasia o polmonite ostruttiva che si estende alla regione ilare ma non coinvolge l’intero polmone.
                                • Tumore con una delle seguenti caratteristiche di dimensione o la portata:
                                • Oltre 3 cm ma meno di 7 cm di dimensione maggiore.
                                • Coinvolge il bronco principale.
                                • Oltre 2 cm distalmente alla carena.
                                • Invade la pleura viscerale.
                              • T2a – tumore gt; 3 cm e le; 5 cm.
                              • T2b – tumore gt; 5 cm e le; 7 cm.
                              • T3:
                                • Tumore gt; 7 centimetri che invade direttamente una delle seguenti: parete toracica (compresi i tumori superiori del solco), diaframma, nervo frenico, pleura mediastinica, pericardio parietale.
                                • O tumore nel bronco principale lt, 2 cm distalmente alla carena, ma senza il coinvolgimento della carena; o atelettasia o polmonite ostruttiva del polmone intero o noduli tumorali separata (s) nello stesso lobo associato.
                                • T4 – invasione degli organi del mediastino (ad esempio, l’esofago, trachea, grossi vasi, cuore), versamento pleurico maligno, nervo laringeo ricorrente, o un nodulo satellite (s) all’interno del lobo principale o un nodulo tumorale separato (s) in diversi lobi ipsilaterale.
                                • coinvolgimento dei linfonodi regionali (N):
                                  • N0 – non linfonodi coinvolti.
                                  • N1 – broncopolmonare ipsilaterale o linfonodi ilari coinvolti.
                                  • N2 – omolaterali nodi mediastiniche o sottocarenali.
                                  • N3 – mediastinica controlaterale, ilari, tutti i nodi sovraclaveari coinvolti.
                                  • coinvolgimento metastatico (M):
                                    • M0 – non metastasi.
                                    • M1 – metastasi presenti.
                                    • M1A – noduli tumorali separato (s) in lobo controlaterale o tumore con pleurico maligno (o pericardica) versamento.
                                    • M1B – metastasi a distanza.
                                    • raggruppamenti Stage:
                                      • IA – T1 N0 M0.
                                      • IB – T2 N0 M0.
                                      • IIA – T1 N1 M0.
                                      • IIB – T2 N1 M0 o T3 N0 M0.
                                      • IIIA – T1-3 N2 M0 o T3 N1 M0.
                                      • IIIB – qualsiasi T4 o N3 M0.
                                      • IV – qualsiasi M1.
                                      • Gestione

                                        • Medici e pazienti possono utilizzare decisione Aids insieme per contribuire a scegliere la migliore linea di azione da intraprendere.
                                        • Confrontare le opzioni
                                        • I pazienti con tumore del polmone che fumano, in particolare quelli con una prognosi migliore, dovrebbero essere incoraggiati a smettere di fumare. [2] Essi devono essere informati che la cessazione del fumo riduce le complicanze polmonari post-operatorie. La chirurgia non dovrebbe, tuttavia, essere rimandata fino a quando il paziente ha smesso di fumare.
                                        • Per i pazienti con NSCLC presi in considerazione per la chirurgia curativa, uno strumento di valutazione del rischio globale (ad esempio, Thoracoscore) dovrebbe essere utilizzato per calcolare il rischio di morte. Il paziente deve essere avvisato di questo punteggio, prima di essere chiesto di firmare il modulo di consenso. [9]
                                        • test di funzionalità polmonare devono essere eseguite su tutti i pazienti pre-chirurgia.
                                        • Il rischio cardiovascolare dovrebbe essere valutata, in particolare nei pazienti con una storia di comorbidità cardiovascolari.
                                        • La resezione chirurgica:
                                        • Il trattamento di scelta per i pazienti con stadio I o malattia in stadio II. Lobare la resezione è la procedura di scelta. I pazienti con stadio I o malattia in stadio II, che non avrebbe tollerato lobectomia a causa di malattia o di comorbidità compromissione polmonare, dovrebbero essere considerati per la resezione limitata o radioterapia radicale.
                                        • Altro intervento chirurgico (per esempio, bronco-angioplastica chirurgia, bilobectomia, pneumonectomia) dovrebbe essere intrapresa soltanto se sono necessari per ottenere margini privi di tumore tali procedure.
                                        • Tutti i pazienti sottoposti a resezione chirurgica dovrebbero avere il campionamento dei linfonodi ilari e mediastiniche per fornire accurate stadiazione patologica.
                                        • Nei pazienti con NSCLC stadio IIIA, la chirurgia da sola è associata ad una relativamente scarsa prognosi.
                                      • Radioterapia:
                                        • Questo dovrebbe essere offerta a tutti i pazienti con stadio I-III NSCLC che non sono adatti per un intervento chirurgico.
                                        • radioterapia radicale è indicato per i pazienti con stadio I, II o III NSCLC che hanno una buona performance status e la cui malattia può essere racchiuso in un volume di trattamento di radioterapia senza indebito rischio di danni ai tessuti normali.
                                        • Tutti i pazienti dovrebbero essere sottoposti a test di funzionalità polmonare (inclusi i volumi polmonari e fattore di trasferimento) prima di avere la radioterapia radicale.
                                        • I pazienti che hanno scarsa funzionalità polmonare, ma sono altrimenti adatto per radioterapia radicale dovrebbe comunque essere offerta la radioterapia, a condizione che il volume del polmone irradiato è piccolo.
                                        • Chemioterapia:
                                          • La chemioterapia dovrebbe essere offerta ai pazienti con stadio III o IV NSCLC e la buona performance status, per migliorare la sopravvivenza, il controllo della malattia e qualità della vita.
                                          • agenti chemioterapici di seconda generazione includono ifosfamide, vinblastina, vindesina, mitomicina C e platino (carboplatino e cisplatino). Più recentemente, sono stati indicati i farmaci di terza generazione (gemcitabina, paclitaxel, vinorelbina e docetaxel) di avere attività significativa contro NSCLC, da soli o in combinazione.
                                          • La chemioterapia per NSCLC avanzato dovrebbe essere una combinazione di un singolo farmaco di terza generazione (docetaxel, gemcitabina, paclitaxel o vinorelbina) più un farmaco di platino. Sia carboplatino o cisplatino possono essere somministrati. I pazienti che non sono in grado di tollerare una combinazione di platino possono essere offerti singolo agente chemioterapico con un farmaco di terza generazione. Docetaxel, gefitinib ed erlotinib migliorare la sopravvivenza globale nei pazienti con NSCLC. [10]
                                          • Il docetaxel in monoterapia deve essere considerato se il trattamento di seconda linea è appropriato per i pazienti con NSCLC localmente avanzato o metastatico, in cui si è verificato ricaduta dopo chemioterapia precedente.
                                          • Il pemetrexed: [11]
                                            • Pemetrexed in combinazione con cisplatino è raccomandata come opzione per il trattamento di prima linea di pazienti con NSCLC localmente avanzato o metastatico solo se l’esame istologico del tumore è stato confermato adenocarcinoma o carcinoma a grandi cellule. [12]
                                            • È consigliabile l’pemetrexed come opzione per il trattamento di mantenimento delle persone con localmente avanzato o metastatico con istologia non a predominanza di cellule squamose se la malattia non ha progredito immediatamente dopo la chemioterapia a base di platino in combinazione con gemcitabina, paclitaxel o docetaxel. [13]
                                            • Erlotinib: [14]
                                              • Erlotinib è consigliato, come alternativa al docetaxel, come trattamento di seconda linea per NSCLC localmente avanzato o metastatico dopo fallimento della chemioterapia precedente.
                                              • Erlotinib non è raccomandato nei pazienti per i quali docetaxel è inadatto o come trattamento di terza linea dopo docetaxel.
                                              • Erlotinib è raccomandata come opzione per il trattamento di prima linea del NSCLC localmente avanzato o metastatico se test positivo per la mutazione EGFR-TK. [15]
                                              • gefitinib:
                                                • Gefitinib è raccomandata come opzione per il trattamento di prima linea di persone con NSCLC localmente avanzato o metastatico se test positivo per la mutazione EGFR-TK. [16]
                                                • Tuttavia, NIZZA non consiglia l’uso di gefitinib NHS per il trattamento di seconda linea del NSCLC localmente avanzato o metastatico.
                                                • bevacizumab:
                                                  • Bevacizumab, in combinazione con chemioterapia a base di platino, è concesso in licenza per il trattamento di prima linea del resecabile, avanzato, metastatico o ricorrente con istologia non a predominanza di cellule squamose. [17]
                                                  • Tuttavia, bevacizumab non è attualmente raccomandato dal NICE per il trattamento del cancro del polmone.
                                                  • Terapia di combinazione:
                                                    • La radioterapia postoperatoria dovrebbe essere considerato dopo la resezione incompleta del tumore primario nei pazienti con NSCLC, con l’obiettivo di migliorare il controllo locale.
                                                    • La chemioterapia adiuvante dovrebbe essere offerta ai pazienti affetti da NSCLC che hanno avuto una resezione completa.
                                                    • I pazienti con NSCLC in stadio III, che non sono adatti per un intervento chirurgico, ma sono ammissibili per radioterapia radicale, dovrebbe essere offerto chemioterapia sequenziale e radioterapia radicale.
                                                    • Percutanea ablazione con radiofrequenza:
                                                      • Percutanea ablazione con radiofrequenza può essere utilizzato in pazienti con tumori polmonari primari o secondari. C’è una piccola incidenza di pneumotorace, che può avere gravi conseguenze per i pazienti con riserva respiratoria già compromesso. [18]
                                                      • Messa in scena e la gestione del carcinoma polmonare a piccole cellule [1]

                                                        messa in scena

                                                        • indagini Staging includono siero lattato deidrogenasi, test di funzionalità epatica e sodio nel siero.
                                                        • Dovrebbe essere messo in scena da una TAC con mdc del paziente petto, fegato e ghiandole surrenali e dalle immagini selezionate di ogni area sintomatica. Un sistema a due fasi di staging è usata:
                                                        • malattia limitata allo stadio – questo include pazienti con malattia:
                                                        • Si limita a un emitorace.
                                                        • Coinvolge omolaterali linfonodi ilari.
                                                        • Coinvolge linfonodi sovraclaveari omolaterali e controlaterali.
                                                        • Coinvolge linfonodi mediastinici omolaterali e controlaterali.
                                                        • Può essere con o senza versamento pleurico omolaterale, indipendentemente della citologia.
                                                      • Ampia-stadio della malattia – malattia in siti al di là della definizione di malattia limitata. Questo include i pazienti con:
                                                        • lesioni metastatiche nel polmone controlaterale.
                                                        • coinvolgimento Distant metastatico (ad esempio, cervello, ossa, fegato o ghiandole surrenali).
                                                        • Gestione

                                                          • I pazienti affetti da cancro del polmone, in particolare quelli con una prognosi migliore, dovrebbero essere incoraggiati a smettere di fumare.
                                                          • Tutti i pazienti con SCLC dovrebbe essere offerta regimi multiresistenti, perché sono più efficaci ed hanno una minore tossicità rispetto regimi singolo agente.
                                                          • I pazienti con malattia limitata allo stadio dovrebbe essere offerta da quattro a sei cicli di chemioterapia di combinazione a base di cisplatino (carboplatino in pazienti con compromissione della funzionalità renale o comorbilità significativa).
                                                          • topotecan orale è raccomandata come opzione solo per le persone con recidiva SCLC, per i quali ri-trattamento con il regime terapeutico di prima linea non è considerato appropriato e la combinazione di ciclofosfamide, doxorubicina (precedentemente noto come Adriamicina®) E vincristina (CAV) è controindicato. [19]
                                                          • I pazienti con stadio limitato SCLC dovrebbero essere offerti irradiazione toracica concomitanza con il primo o il secondo ciclo di chemioterapia o dopo il completamento della chemioterapia, se c’è stata almeno una buona risposta parziale all’interno del torace.
                                                          • Per i pazienti con malattia estesa, irradiazione toracica deve essere considerata dopo chemioterapia se c’è stata una risposta completa a siti distanti e almeno una buona risposta parziale all’interno del torace.
                                                          • I pazienti con malattia limitata e parziale risposta completa o bene dopo trattamento primario dovrebbe essere offerto irradiazione cranica profilattica. [20]
                                                          • Chemioterapia di seconda linea dovrebbe essere offerta ai pazienti in recidiva solo se la loro malattia risposto a chemioterapia di prima linea. I vantaggi sono inferiori a quelli della prima linea di chemioterapia.
                                                          • I pazienti con malattia di stadio avanzato dovrebbero essere offerti a base di platino chemioterapia di combinazione a un massimo di sei cicli.
                                                          • la radioterapia toracica dopo la chemioterapia può essere utile in pazienti selezionati.
                                                          • La chirurgia può essere un’opzione in pazienti che si presentano in una fase precoce.

                                                          La terapia di supporto e palliative per cancro al polmone [1]

                                                          L’elenco che segue è una breve descrizione di alcuni aspetti delle cure palliative per i pazienti con cancro del polmone. Guidance è prevista anche nel British National Formulary. [17]

                                                          • affanno:
                                                          • Forte oppiacei – ad esempio, morfina o diamorfina.
                                                          • devono essere considerati interventi non farmacologici a base di sostegno psico-sociale, controllo della respirazione e strategie di coping.
                                                        • ostruzione bronchiale:
                                                          • radioterapia a fasci esterni.
                                                          • Debulking procedure broncoscopiche (per la grande ostruzione delle vie aeree).
                                                          • I pazienti con compressione estrinseca possono essere presi in considerazione per il trattamento con stent.
                                                          • Versamento pleurico:
                                                            • aspirazione pleurico o il drenaggio devono essere eseguiti.
                                                            • I pazienti che beneficiano sintomatico da aspirazione o fuoriuscita di liquido dovrebbero essere offerti pleurodesi per il beneficio a lungo termine.
                                                            • Emottisi se angosciante:
                                                              • Radioterapia.
                                                              • Debulking procedure broncoscopiche dovrebbe essere considerato per il sollievo di sanguinamento a causa di un tumore endobronchiale all’interno di una grande vie aeree.
                                                              • Tosse:
                                                                • Gli oppioidi (ad esempio, la codeina, morfina).
                                                                • Radioterapia.
                                                                • Dolore al petto:
                                                                  • Radioterapia.
                                                                  • raucedine fastidioso a causa di ricorrenti paralisi del nervo laringeo:
                                                                    • Fare riferimento a un orecchio, naso e gola specialista per un consiglio.
                                                                    • Superior ostruzione della vena cava:
                                                                      • La chemioterapia e la radioterapia a seconda dello stadio della malattia e performance status.
                                                                      • inserimento di stent dovrebbe essere considerato per il sollievo immediato di gravi sintomi di ostruzione della vena cava superiore o dopo il fallimento dei trattamenti precedenti. [21]
                                                                      • Dolore osseo:
                                                                        • Per i pazienti con metastasi ossee che richiedono la palliazione e che non sono stati aiutati da trattamenti analgesici standard single-frazione di radioterapia dovrebbe essere considerato.
                                                                        • metastasi cerebrali:
                                                                          • I corticosteroidi e la radioterapia devono essere considerati.
                                                                          • Compressione del midollo spinale:
                                                                            • Si tratta di una emergenza medica e il trattamento immediato (entro 24 ore), con i corticosteroidi, la radioterapia e la chirurgia, se del caso, è raccomandato.
                                                                            • I pazienti con compressione del midollo spinale dovrebbero avere un riferimento in anticipo a un fisioterapista oncologia e un terapista occupazionale per la valutazione, il trattamento e la riabilitazione.
                                                                            • Complicazioni [1]

                                                                              Locale

                                                                              Metastatico

                                                                              • Cervello: confusione, convulsioni, deficit neurologico focale, la sindrome cerebellare.
                                                                              • Bone: dolore osseo, ipercalcemia.
                                                                              • Fegato: epatomegalia.
                                                                              • Surrenale: il morbo di Addison.

                                                                              Non metastatico [22]

                                                                              • Endocrino: inappropriata dell’ormone antidiuretico (ADH), ipercalcemia non metastatico, sindrome di Cushing. ginecomastia. ipoglicemia. ipertiroidismo .
                                                                              • Neuromuscolare: subacuta neuropatia sensoriale, multiplex mononeuritis, sindrome miastenica (sindrome di Lambert-Eaton), encefalomielite, necrotizzante mielopatia, polimiopatia, sclerosi laterale amiotrofica.
                                                                              • Scheletrico: osteoartropatia ipertrofica polmonare (rigidità articolare e forti dolori ai polsi e alle caviglie, a volte con ginecomastia Questo è di solito associata con club delle dita Può regredire dopo la resezione del tumore del polmone..).
                                                                              • Renale: glomerulonefrite. Sindrome nevrotica .
                                                                              • Collagene / vascolare: miosite. vasculite. lupus eritematoso sistemico. endocardite.
                                                                              • Cutanea: acquisito ipertricosi lanuginosa, repens eritema gyratum, eritema multiforme, tilosi, eritrodermia, dermatite esfoliativa, acanthosis nigricans, tromboflebite migrans, prurito, orticaria, dermatomiosite.
                                                                              • Ematologiche: anemia. trombocitosi. porpora trombocitopenica. coagulazione intravascolare disseminata .

                                                                              La prognosi [1]

                                                                              • Il tasso di sopravvivenza a dieci anni per il cancro al polmone nel Regno Unito è di circa 5,5%. Il tasso è progressivamente in aumento, ma questo miglioramento è relativamente lento rispetto ad altri tipi di tumore. C’è un migliore tasso di sopravvivenza in altri paesi europei e del Nord America. Ci sono variazioni di risultato all’interno del Regno Unito, che può essere in parte spiegata dalla varianza lo standard di cura.
                                                                              • La settima revisione del sistema di stadiazione TNM ha individuato nuovi sottogruppi che hanno significativamente diversi prognosi. Ad esempio, T1a ha una prognosi migliore rispetto T1b (93% contro il 70% di sopravvivenza a cinque anni). [23]
                                                                              • SCLC ha una prognosi molto più povera di NSCLC. 65-70% dei pazienti hanno diffuso o estesa malattia al momento della presentazione.
                                                                              • Cambiamenti nelle abitudini di fumo hanno portato a differenze nei tassi di mortalità tra i sessi. Il fumo negli uomini ha ridotto e non vi è stata quindi una riduzione della mortalità da cancro al polmone: una riduzione del 27% tra il 1971 e il 2006. Il fumo nelle donne è aumentato, tuttavia, con un conseguente inevitabile aumento dei decessi per cancro ai polmoni.
                                                                              • Vi è qualche evidenza che i pazienti con NSCLC che smettono di fumare dopo la diagnosi hanno una prognosi migliore.
                                                                              • prove insufficienti suggerisce che le donne che assumono combinazioni estrogeno-progesterone hanno una prognosi peggiore una volta diagnosticata con NSCLC e che l’anti-estrogeni possono avere un effetto preventivo nello sviluppo della malattia.
                                                                              • Alcuni studi suggeriscono che l’aspirina migliora la sopravvivenza dei pazienti con adenocarcinoma (in comune con altri tumori solidi).

                                                                              Prevenzione [1]

                                                                              • Attivamente scoraggiare il fumo e incoraggiare smettere di fumare.
                                                                              • Evitare l’esposizione professionale ad agenti cancerogeni.
                                                                              • programmi di screening del cancro del polmone vengono istituiti in popolazioni ad alto rischio. [24]

                                                                              ulteriore lettura & Riferimenti

                                                                              Disclaimer: Questo articolo è solo per informazione e non deve essere utilizzato per la diagnosi o il trattamento di condizioni mediche. EMIS ha usato ogni ragionevole cura nella raccolta dei dati, ma fare alcuna garanzia in merito alla sua accuratezza. Consultare un medico o altro operatore sanitario per la diagnosi e il trattamento di condizioni mediche. Per dettagli guarda le nostre condizioni .

                                                                              Related posts