Cancro colorettale metastatico A …

Cancro colorettale metastatico A ...

A volte è facile dimenticare quello che il campo della terapia del cancro utilizzato per assomigliare. In un rapporto in anticipo sulla storia naturale di 125 pazienti con metastasi isolate da tumore del colon-retto (CRC), nessuno ha ricevuto alcuna terapia efficace per metastasi epatiche, e la maggior parte ha ricevuto alcuna terapia a tutti. [1] La sopravvivenza media dei pazienti in questa serie è stata di 12,5 mesi, e tutti i pazienti erano morti a 5 anni di follow-up, la maggior parte delle cause riconducibili alla massa tumorale inesorabile nel fegato. Fast forward di un paio di decenni più recenti serie hanno riportato tassi di sopravvivenza a 5 anni dopo resezione epatica di CRC metastasi più in alto del 58%. [2-4] Riconoscere i limiti di questo confronto, è testimonianza dei progressi compiuti .

Mentre prevalente attenzione degli autori sulle metastasi epatiche è adatta e comprensibile, questo non è l’unico scenario in cui cura è raggiunto per i pazienti con CRC metastatico. Bartlett e Chu dedicano solo una frase alla curability di selezionare i pazienti con metastasi polmonari o alle ovaie e quindi procedere ad approvare curabilità dei pazienti con carcinosi peritoneale. Le differenze di opinione sono una parte del tessuto che informa la ricerca e la cura del paziente, ecco che metterà in risalto la curabilità dei pazienti con polmone limitata e coinvolgimento ovarico.

Il paradosso è che la malattia extraepatica storicamente precluso la possibilità di metastasectomia fegato per la cura, ma i pazienti con limitate oligometastases in un’altra posizione anatomica può in effetti essere curabile pure. successi indipendenti nella resezione delle metastasi epatiche e polmonari hanno portato alla espansione di indicazioni per le resezioni combinati in pazienti con malattia epatica resecabile e metastasi polmonari limitate. La sopravvivenza a lungo termine è possibile in un sottogruppo di pazienti che si sottopongono a resezione sia per il fegato e metastasi polmonari; in tal modo, resezioni combinati possono essere considerati in casi altamente selezionati. I tassi di sopravvivenza a cinque anni sono stati riportati nella gamma del 30% al 50%. [12-14]

Nel 25% dei casi CRC, la cavità peritoneale è l’unico sito di malattia metastatica. [20] Mentre Bartlett e Chu uso limitato e selezionare i dati che suggeriscono che la chirurgia citoriduttiva radicale insieme a chemioterapia ipertermica intraperitoneale (HIPEC) è potenzialmente curativa e associato ad una tendenza verso il miglioramento del sistema operativo, rispetto alla sola chemioterapia, a nostro avviso, non vi sono prove sufficienti per concludere che alcun vantaggio di sopravvivenza è dovuto all’intervento stesso. Piuttosto, una tendenza verso percepito beneficio di sopravvivenza può essere dovuto alle caratteristiche biologiche della malattia che permettono un piccolo numero di pazienti altamente selezionati di sottoporsi a questa procedura, in primo luogo. Inoltre, gli autori non riescono a ricordare che la mortalità correlata al trattamento per i pazienti sottoposti a HIPEC è sostanziale, tra il 4,1% e l’8%. [20-22] Le raccomandazioni dello Stato dell’NCCN che questo approccio non dovrebbe essere considerata standard a quello attuale e, se perseguito, dovrebbe essere essere eseguita solo nel contesto di una sperimentazione clinica. [8] ACOSOG Z6091, uno studio di fase III per i pazienti con limitata diffusione della malattia peritoneale di CRC, è stato recentemente chiuso a causa della scarsa competenza. Il fallimento di questo processo, che ha randomizzato i pazienti a ricevere o solo o dopo chemioterapia standard chirurgia citoriduttiva con mitomicina intraperitoneale chemioterapia standard, mette in evidenza il divario tra i due campi che o credono ferventemente nel valore della modalità o sono dubbi dell’intero approccio. Abbiamo riconoscere che HIPEC ha un ruolo chiaro in alcuni pazienti, come quelli con pseudomyxoma peritonei (falso tumore mucinoso del peritoneo), ma per la maggior parte dei pazienti con carcinosi peritoneale da CRC rimaniamo scettici che qualsiasi beneficio di sopravvivenza in realtà può essere attribuita al trattamento si.

Informativa finanziaria:Gli autori non hanno alcun interesse finanziario o di altro rapporto con i produttori di qualsiasi prodotto o fornitori di qualsiasi servizio di cui al presente articolo.

Riferimenti

Related posts

  • Cancro colorettale metastatico Management …

    SOMMARIO: La sopravvivenza mediana dei pazienti con carcinoma colorettale metastatico (mCRC) è aumentato in modo significativo, a causa di piani di trattamento personalizzati sviluppati dalla disposizione …

  • Carcinoma mammario metastatico, i sintomi …

    carcinoma mammario metastatico si riferisce alla forma avanzata di cancro al seno che si è diffuso dal suo sito di origine in organi distanti. Questa forma di cancro al seno è designato come stadio IV e dispone di un …

  • Cancro ai polmoni, metastasi del cancro al polmone di fegato.

    Definizione Fattori di rischio Prevalenza Tutti i tipi di cellule di cancro al polmone sono associati con il fumo. Le associazioni più forti sono con piccole cellule e carcinomi a cellule squamose. Il rischio di sviluppare …

  • Metastatico cancro del fegato di sopravvivenza …

    Metastatico cancro del fegato tasso di sopravvivenza, sintomi e trattamenti tasso di sopravvivenza cancro del fegato metastatico è un po ‘alto rispetto ad altre forme di cancro. Tuttavia, questa non è una finale …

  • Metastatico cancro alla gola …

    I pazienti con tumore metastatico della gola hanno il cancro che si è diffuso in sedi lontane oltre la regione della gola e del collo. I pazienti con tumore metastatico sono di solito trattati con sistemico …

  • Cancro colorettale metastatico Trattamento …

    Trattare difficili colorettali e gastrointestinali Tumori No cancro colorettale è lo stesso e una diagnosi colpisce ogni persona in modo diverso. Lo sviluppo di un piano di trattamento efficace richiede l’input da un …