HPV trattamento crioterapia, trattamento hpv crioterapia.

HPV trattamento crioterapia, trattamento hpv crioterapia.

Qual è la crioterapia?

Crioterapia si riferisce ad un trattamento in cui superficie lesioni cutanee sono congelati.

Criogeni utilizzati per congelare lesioni cutanee includono:

  • L’azoto liquido (il metodo più comune utilizzato dai medici)
  • L’anidride carbonica neve (più comunemente usato 20 anni fa)
  • Dimetiletere e propano o DMEP (disponibile al banco come Wartner®)
attrezzature crioterapia azoto liquido

Dewar sicurezza pallone

Spruzzo verruche virali

Le lesioni cutanee trattate con crioterapia

dermatologi specializzati a volte congelare piccoli tumori della pelle, come basocellulare superficiale e in situ carcinomi a cellule squamose (malattia di Bowen), ma questo non è sempre successo così attento follow-up è necessario.

Il congelamento può essere il modo più adatto di sbarazzarsi di molti diversi tipi di lesione cutanea superficiale. È relativamente poco costoso, sicuro e affidabile. Tuttavia, è importante che la lesione pelle è stata diagnosticata correttamente. Non dovrebbe essere usato per trattare il melanoma o qualsiasi lesione pigmentata non diagnosticata che potrebbe essere il melanoma.

Il trattamento

Nitrogeno liquido
Crioterapia con azoto liquido (-196C temperatura) prevede l’utilizzo di un cryospray, criosonda o un applicatore con punta di cotone. L’azoto viene applicato alla lesione cutanea per pochi secondi, a seconda del diametro e la profondità del congelamento desiderato. Il trattamento viene ripetuto in alcuni casi, una volta che ha completato scongelamento. Questo è noto come un ‘doppio congelamento-scongelamento’ e di solito è riservata ai tumori della pelle o verruche virali resistenti.

neve Anidride carbonica
Anidride carbonica crioterapia consiste nel fare un cilindro di neve ghiacciata anidride carbonica (-78.5C) o una granita combinato con acetone. Si applica direttamente alla lesione cutanea.

DMEP
DMEP funziona ad una temperatura di -57C. Si presenta in un barattolo di aerosol disponibili allo sportello. E ‘usato per trattare le verruche utilizzando un applicatore spinto sulla lesione cutanea da 10 a 40 secondi, a seconda delle dimensioni e del sito.

crioterapia

Guardando dopo l’area di trattamento

L’area trattata è probabile blister entro poche ore. A volte il blister è chiara e talvolta è rosso o viola a causa di sanguinamento (questo è innocuo). Trattamento vicino all’occhio può comportare una palpebra gonfia, soprattutto la mattina seguente, ma il gonfiore deposita entro pochi giorni. Nel giro di pochi giorni si forma una crosta e la bolla si asciuga gradualmente.

Di solito non è necessaria una particolare attenzione durante la fase di guarigione. L’area trattata può essere delicatamente lavata una o due volte al giorno, e dovrebbe essere tenuta pulita. Una medicazione è facoltativa, ma è consigliabile se l’area interessata è soggetta a traumi o vestiti strofinare su di esso.

Quando la bolla si asciuga a una crosta, applicare vaselina (vaselina) e di evitare la raccolta a esso. La crosta stacca dopo 5-10 giorni sul volto e 3 settimane sulla mano. Una ferita o ticchiolatura possono persistere più a lungo 3 mesi sulla parte inferiore della gamba, perché la guarigione in questo sito è spesso lento.

infezione secondaria è raro. Quando si verifica, può causare un aumento del dolore, gonfiore, denso fluido blister giallo, di una secrezione purulenta e / o arrossamento intorno alla zona trattata. Consultare il medico se siete preoccupati: antisettici topici e / o antibiotici per via orale può essere necessario.

Risultati di crioterapia

Dopo un congelamento standard di una cheratosi attinica, cheratosi seborroica o verruca virale, la pelle può apparire del tutto normale, senza alcun segno di lesione cutanea originale.

Tuttavia, la crioterapia può causare un segno bianco (ipopigmentazione) o una cicatrice. in particolare quando il congelamento è stato profondo e prolungato, come è richiesto per una lesione cancerosa. Un segno bianco a volte può seguire un congelamento luce. Il marchio bianco può essere molto evidente soprattutto in quelli con le carnagioni più scure. Sebbene l’aspetto spesso migliora con il tempo, il cambiamento di colore può essere permanente.

Le lesioni cutanee possono non riuscire a cancellare o possono ripresentarsi in una data successiva, che richiedono ulteriori crioterapia, la chirurgia o altri trattamenti.

Una gelata alla pelle sovrastante un nervo sensitivo superficiale, come il trattamento di una verruca virale sul lato di un dito, può causare intorpidimento della zona cutanea che le forniture nervose. La sensazione ritorna quasi sempre alla normalità entro poche settimane o mesi.

Informazioni correlate

Dermnet NZ:

Altri siti web:

Related posts