sintomi dell’HIV per le femmine, i sintomi dell’HIV per le femmine.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), tra il 2000 al 2004, il numero stimato di casi di AIDS negli Stati Uniti è aumentato del 10 per cento tra le donne e il 7 per cento tra i maschi.

Nel 2004, le donne rappresentavano il 27 per cento dei 44.615 casi di AIDS segnalati di recente tra gli adulti e gli adolescenti. HIV colpisce in modo sproporzionato le donne afro-americane e ispaniche. Insieme, essi rappresentano meno del 25 per cento di tutte le donne degli Stati Uniti, eppure rappresentano oltre il 79 per cento dei casi di AIDS nelle donne.

Negli Stati Uniti, la maggior parte delle donne sono infettate con l’HIV durante il sesso con un uomo sieropositivo o durante l’utilizzo di siringhe contaminate da HIV per l’iniezione di droghe come eroina, cocaina, e anfetamine. Tra le nuove infezioni da HIV diagnosticati tra le donne negli Stati Uniti nel 2004, il CDC stima che il 70 per cento sono stati attribuiti al contatto eterosessuale e il 28 per cento per l’iniezione di droga.

Trovare un medico che ti trovi bene con e chi ti fidi abbastanza per condividere informazioni personali con il primo, passo più importante si dovrebbe prendere. Hai bisogno di trovare un medico che si può costruire un buon rapporto con in modo che si può sentire liberi di discutere questioni che sono importanti per voi (come il comportamento sessuale, le preferenze di controllo delle nascite, le preoccupazioni di gravidanza) senza essere giudicato in modo negativo. La buona notizia è che ci sono molti medici la cura e la comprensione disponibili per il trattamento di donne sieropositive.

Quante volte devo andare dal medico?
E ‘importante per tutte le persone, a prescindere dal fatto che sono infettati con l’HIV, per visitare un medico su base regolare per un controllo. Per le donne sieropositive, regolari controlli sono fondamentali per due motivi:

infezione da HIV: L’attività di HIV nel corpo, compresi i suoi effetti sul sistema immunitario e altre funzioni corporee, necessita di essere osservato con attenzione. In generale, le donne sieropositive dovrebbero vedere i loro medici ogni sei mesi per importanti esami del sangue (ad esempio, la conta CD4-cellule e carica virale) e un controllo generale (ad esempio, il controllo della pressione arteriosa, ascoltando il cuore e polmoni, guardando negli occhi, orecchie e bocca). Una volta iniziato il trattamento antiretrovirale, molti medici raccomandano esami del sangue e un controllo rapido ogni tre mesi. Se l’HIV progredisce, possono essere necessarie anche controlli più frequenti.

salute ginecologica: le donne sieropositive sono a rischio maggiore per problemi ginecologici, come le infezioni vaginali lievito, malattia infiammatoria pelvica e problemi cervicali. Di conseguenza, quando una donna scopre di essere sieropositivo, lei dovrebbe sempre avere un esame ginecologico la prima volta che va dal dottore. Se tutto è normale, è meglio ripetere il test dopo sei mesi. Dopo di che, un esame ginecologico annuale è sufficiente. Se, tuttavia, un esame ginecologico non è normale o il medico scopre un problema che richiede il trattamento, più frequenti esami ginecologici sono solitamente necessarie. Nota: Se si dovessero verificare sanguinamento anomalo tra i periodi o scarico insolito, dolore, gonfiore o prurito, o intorno all’addome vagina o inferiori, è necessario contattare immediatamente il medico. Anche se non è tempo per la vostra regolare esame ginecologico, questi problemi devono essere verificato se si verificano.

Come devo prepararmi per una visita con il mio medico?
Quando si visita il vostro medico—che può includere un medico (MD o DO), un infermiere (CNP), o di un aiuto del medico (PA)—per la prima volta, si dovrebbe fornire il maggior numero di informazioni possibile sulla vostra storia medica. Il modo migliore per farlo è quello di scrivere quante più informazioni possibile prima di vedere il proprio medico per la prima volta. Si dovrebbe essere pronti a discutere il seguente con il vostro fornitore di assistenza sanitaria:

  • La vostra storia medica (eventuali malattie gravi, malattie sessualmente trasmissibili, ambulatori, aborti spontanei, aborti, gravidanze o allergie in passato).
  • problemi di salute attuali, tra cui la data e il luogo si è appreso che si sono stati infettati con l’HIV.
  • storia sessuale (stima del numero di partner, la storia di anale e vaginale).
  • Ciclo mestruale.
  • Storia di salute emotiva (ansia, depressione, sbalzi d’umore, etc.).
  • Farmaci che sta assumendo o hanno preso in passato.
  • Le erbe o pillole senza ricetta medica o liquidi si stanno prendendo per qualsiasi motivo.
  • la storia vaccinazione.
  • Il tuo metodo di controllo delle nascite e quanto spesso lo si utilizza.
  • Qualsiasi droghe ricreative si utilizza.
  • Bere e fumare abitudini.
  • storia di salute vostra immediata della famiglia.

Non essere timido! E ‘importante che il medico sappia tanto circa la vostra storia il più possibile. Ad esempio, il sesso e l’uso di droga sono due cose molte persone sono in imbarazzo a parlare con i loro medici circa. Tuttavia, entrambi possono avere un notevole impatto sulla salute fisica e mentale e dovrebbe essere discussa apertamente in modo che il medico saprà a cercare i problemi specifici.

Ci sono anche cose che potete fare per prepararsi a un esame fisico, in realtà prima di incontrare il medico:

Il momento migliore per l’appuntamento —se sai che stai andando ad avere un esame ginecologico—è di una settimana dopo il periodo, mentre il momento peggiore è la settimana prima del vostro ciclo mestruale.

Non Acquazzoni almeno due o tre giorni prima della nomina del medico. Si dovrebbe anche astenersi dal rapporto sessuale per 24 ore prima del vostro esame.

Vi sentirete più a suo agio durante l’esame pelvico, se si svuota la vescica in anticipo.

Che cosa posso aspettarmi durante il mio esame?
Ci sono diversi passaggi diversi coinvolti in un esame fisico. Se volete saperne di più sul processo di esame e di capire ciò che il medico sta cercando, fare domande.

Un esame di solito inizia con il medico o l’infermiere di prendere la pressione sanguigna, peso, e il polso. Si dovrebbe sempre informare il medico o l’infermiere quando il primo giorno del tuo ultimo periodo è stato e se si hanno dei problemi.

Il medico ascolta il tuo cuore e polmoni, controllare il seno per eventuali modifiche o grumi, e palpitate vostra zona addominale per eventuali irregolarità. Un esame affidabile del seno dovrebbe richiedere circa 30 secondi per seno.

Durante il vostro esame del seno il medico deve discutere il seno mensile auto-esame (BSE) con voi. Il medico dovrebbe fornire istruzioni se non si ha familiarità con il modo di eseguire la BSE. Se siete 35 o più anziani, il medico dovrebbe anche discutere mammografia di screening per il cancro al seno.

Il medico può anche voler condurre un esame pelvico, che coinvolge la sensazione e guardando l’interno della vagina. Se il medico di assistenza primaria o ginecologo è un uomo e si sono nervoso per lo svolgimento di un esame pelvico, si può chiedere che un infermiere di sesso femminile sia presente in sala – Nessuna domanda chiesta.

Per condurre un esame pelvico, vi verrà chiesto di sdraiarsi sul lettino e mettere i piedi sulle staffe. Con le gambe sicure sulle staffe e le ginocchia divaricate, un metallo o di plastica speculum verrà inserito nella vagina. Questo dispositivo permette al medico di ottenere una migliore visualizzazione della parte interna della vostra vagina e la cervice (che si trova nella parte posteriore della vagina) per condurre un esame e di eseguire un Pap test.

Un Pap test è un raschiamento delicata delle cellule sciolti in apertura della cervice. Una volta raccolte, queste cellule vengono esaminati al microscopio alla ricerca di anomalie. Per condurre un Pap test, un tampone di cotone lungo viene inserito e sfiorò il collo dell’utero. Mentre questi è solito non doloroso, può essere scomodo per alcuni secondi.

Dopo il Pap test è finito, il medico inserisce un dito guantato nella vagina, mentre sentirsi parte inferiore dell’addome con la sua altra mano per notare la dimensione, la forma e il movimento del tuo utero.

Il medico può anche voler inserire il suo dito nel vostro ano per controllare la salute del vostro retto. Il medico può anche voler fare un Pap test anale per esaminare le cellule che rivestono il retto. Questo perché le donne che hanno anomali Pap test cervicale possono anche avere anomali Pap test anali.

Ha HIV colpiscono le donne in modo diverso rispetto agli uomini?
Per la maggior parte, HIV colpisce uomini e donne lo stesso. Sia gli uomini e le donne con HIV possono avere sintomi lievi di infezione, anche prima che i danni del virus il loro sistema immunitario. Questi sintomi includono febbre di basso grado, sudorazione notturna, affaticamento e perdita di peso. Col progredire della malattia, sia per gli uomini e le donne sono a rischio per una serie di infezioni opportunistiche. come la polmonite da Pneumocystis (PCP) e Mycobacterium avium complex (MAC). Tuttavia, proprio come gli uomini sono più probabilità di sviluppare alcune malattie legate all’AIDS (ad esempio, sarcoma di Kaposi, un tipo di cancro della pelle) rispetto alle donne, le donne sono più propense degli uomini a sviluppare alcune complicazioni legate all’AIDS (vedi sotto).

C’è stato un certo dibattito sul fatto che le donne sieropositive progressi verso l’AIDS—e morire più veloce—rispetto agli uomini HIV-positivi. Studi condotti nelle prime ore del epidemia di HIV / AIDS hanno suggerito che c’era una differenza, con le donne di fronte a più brevi tempi di sopravvivenza libera da malattia rispetto agli uomini. La ricerca condotta negli ultimi anni ha confermato che le donne sembravano più suscettibili alla malattia e la morte rispetto agli uomini, ma non a causa di differenze biologiche. Invece, le donne sieropositive sembravano progredire più velocemente verso l’AIDS rispetto agli uomini a causa delle barriere economiche / sociali, tra cui la mancanza di accesso al test HIV, la cura, e dei servizi; diminuzione della auto-motivazione; più attenzione ai bisogni di salute dei loro figli che di loro; e la mancanza di sostegno. Sulla base di questi risultati, gli esperti di salute pubblica hanno intensificato gli sforzi per aumentare il test HIV tra le donne e per garantire che le donne che test positivo sono legati ad adeguati servizi sanitari e di supporto.

Ci sono problemi legati all’AIDS che sono specifici per le donne?
malattie ginecologiche—infezioni e altri problemi del sistema riproduttivo femminile – verificarsi in entrambe le donne HIV-positivi e HIV-negativi. Tuttavia, le donne sieropositive, specialmente se hanno danneggiato il sistema immunitario, hanno più probabilità di HIV-negativi donne ad avere problemi ginecologici che si ripetono più frequentemente o possono essere più difficili da trattare. Alcune di queste malattie ginecologiche non causano sintomi che può essere sentito, quindi è molto importante che si vede il medico su base regolare per tenere d’occhio per questi problemi.

Gli studi non hanno sempre dimostrato che le donne sieropositive hanno maggiori probabilità di soffrire di irregolarità mestruali rispetto alle donne HIV-negativi. A sua volta, la maggior parte degli esperti non sembrano pensare che la diagnosi e il trattamento dei problemi mestruali devono essere trattati in modo diverso nelle donne sieropositive.

Si dovrebbe continuare ad aggiornare il vostro medico sul tuo ciclo mestruale e segnalare eventuali irregolarità. Se si dispone di amenorrea, è importante che voi e il vostro medico indagare il potenziale causa. A parte la possibilità di una gravidanza o la menopausa, alcune infezioni opportunistiche. cisti ovariche, e altri problemi ginecologici possono causare amenorrea e portare a complicazioni più gravi.

L’infezione è solitamente trattata in ospedale con un numero di IV (per via endovenosa) antibiotici, e tipicamente richiede due settimane di riposo. Ogni anno negli Stati Uniti, più di un milione di donne sviluppare PID, e molti hanno gravidanze tubariche (gravidanze che si verificano nei tubi che portano lo sperma fino alle ovaie), con conseguente più di 100.000 casi di infertilità. Questo è il motivo per cui è molto importante per comunicare con il proprio medico su eventuali problemi che potrebbero verificarsi e ad avere regolari esami ginecologici per cercare i problemi che non si potrebbe sapere esistere.

candidosi vaginale
candidosi vaginale è un’infezione del lievito che è relativamente comune in molte donne. Tuttavia, è molto più comune sono le donne sieropositive che hanno bassa conta delle cellule T. I segni di candidosi vaginale sono sanguinamento vaginale tra i periodi e spumoso, perdite vaginali maleodoranti. Per ulteriori informazioni su candidosi vaginale ed i modi in cui può essere trattata, clicca qui.

Sono le raccomandazioni per il trattamento diverso per le donne?
Le raccomandazioni per iniziare il trattamento di HIV sono simili in uomini e donne. Per ulteriori informazioni su di iniziare il trattamento antiretrovirale e alcuni dei problemi si vorrà parlare con il medico circa, clicca qui.

esso’s vale la pena di prendere il tempo per conoscere i farmaci usati per trattare l’HIV prima di prendere una decisione circa l’inizio del trattamento.

Fare trattamenti funzionano in modo diverso nelle donne che negli uomini?
Noi ancora non sappiamo se i farmaci antiretrovirali funzionano in modo diverso nelle donne che negli uomini. Tuttavia, ci sono buone ragioni per credere che tutti i farmaci usati per trattare l’HIV oggi lavoro altrettanto bene nelle donne. donne sieropositive sono ora vivono più a lungo e più sani che mai.

Sappiamo che la quantità di alcuni farmaci anti-HIV sono più alti–e può durare più a lungo–nei corpi di donne rispetto agli uomini. Ad esempio, l’importo della Rescriptor inibitore della trascrittasi inversa non-nucleosidici (delavirdina) è spesso più elevato nel sangue di donne rispetto agli uomini. Ci sono stati pochi studi che dimostrano che gli effetti collaterali possono essere peggiore nelle donne che negli uomini. Ad esempio, uno studio dell’inibitore della proteasi Norvir (ritonavir) ha trovato che le donne incontrano più nausea, vomito, e la debolezza degli uomini. Ci sono stati anche studi che suggeriscono che le donne incinte sieropositive sono a rischio maggiore per alcuni effetti collaterali rispetto agli uomini HIV-positivi e le donne sieropositive che non sono incinta

Le ragioni di livelli del farmaco più elevati e gli effetti collaterali nelle donne sieropositive non sono comprese. Una possibilità ha a che fare con il peso corporeo e la dimensione del corpo. Poiché gli studi clinici si iscrivono una percentuale molto più alta di uomini rispetto alle donne—e perché gli uomini in generale pesano di più e spesso hanno una grande cornice corpo rispetto alle donne—le dosi di farmaci usati per trattare le donne HIV-positive possono essere superiori devono essere e, di conseguenza, aumentare il rischio di effetti collaterali. Questo, tuttavia, non significa che le donne sieropositive devono assumere basse dosi di loro farmaci. Fino a quando gli studi clinici di determinare che le donne possono, infatti, essere trattati con dosi inferiori di alcuni farmaci anti-HIV, le donne dovrebbero continuare ad assumere i loro farmaci alle dosi attualmente raccomandati per tutti gli adulti che vivono con l’HIV.

donne sieropositive hanno bisogno di essere molto attenti a interazioni farmacologiche. In particolare, alcuni farmaci anti-HIV possono influenzare i livelli di prescrizione di altri (e senza ricetta medica), farmaci nel corpo. Ad esempio, è noto che molti farmaci anti-HIV possono interferire con il modo in cui il corpo processi contraccettivi orali contenenti etinilestradiolo—una forma ormonale popolare di controllo delle nascite tra le due donne sieropositive e HIV-negativi. Se tu’re prendere Aptivus (tipranavir), Norvir (ritonavir), Kaletra (lopinavir / ritonavir), Prezista (darunavir), Viracept (nelfinavir), o Viramune (nevirapina), contraccettivi orali potrebbe non funzionare anche perché i livelli di etinilestradiolo questi farmaci più bassi . Se tu’re prendere Crixivan (indinavir), Sustiva (efavirenz), Reyataz (atazanavir), Lexiva (fosamprenavir) o Rescriptor (delavirdina), si può essere sempre più etinilestradiolo del necessario.

Posso rimanere incinta se ho’m sieropositivo?
Pur avendo i bambini è sicuramente un’opzione per le donne (e uomini) HIV-positivi, richiede un’attenta pianificazione con un fornitore di assistenza sanitaria. Ciò comprende "preconcetto" pianificazione—esplorare le opzioni disponibili per aiutare a concepire—e l’adozione di misure necessarie durante la gravidanza (se la sua pianificato o meno) per proteggere la vostra salute e il vostro bambino.

La buona notizia è che ci sono molti modi per pianificare una gravidanza sana e una serie di strategie per aiutare a ridurre il rischio di trasmissione del virus al bambino. Clicca qui per maggiori informazioni.

Ultima revisione: 14 feb 2016

Related posts

  • Hiv sintomi del paziente, HIV sintomi del paziente.

    In vetrina Guide Lenti a contatto per la cura Le lenti a contatto sono disponibili in molte varietà diverse per affrontare la visione di correzione necessaria. Milioni di utenti indossano lenti a contatto oggi. Disturbo bipolare Secondo …

  • sintomi dell’HIV nei maschi

    Le pandemie di abuso di sostanze e l’HIV / AIDS sono chiaramente muovendo percorsi simili, e ciascuno continua a presentare sfide uniche, ma interconnessi,. Innanzitutto, entrambi i disturbi sono considerati …

  • Emicrania cause, sintomi …

    Emicrania Self-Care a casa la maggior emicranici in grado di gestire gli attacchi lieve a moderata a casa con le seguenti strategie: Utilizzo di un impacco freddo sulla zona del dolore a riposo con i cuscini …

  • HIV rash cutanei, aiuta i sintomi negli uomini eruzione cutanea.

    Eruzioni cutanee possono verificarsi in persone che prendono uno qualsiasi dei principali farmaci anti-HIV (NNRTI, NRTI, e PI). La maggior parte di queste eruzioni cutanee sono da lieve a moderata e spesso andare via con l’uso continuato del farmaco o …

  • HIV Rash – Immagini, sintomi …

    Un uomo infettati con il virus HIV avrebbe sviluppato sintomi di tipo influenzale entro 3-4 settimane di infezione che comprende eruzioni cutanee corpo. forte mal di testa. mal di gola e febbre. I sintomi non sono gli stessi …

  • Kidney segni di infezione e sintomi …

    Segni e sintomi di infezioni renali Rene infezione sono spesso causa di problemi urinari. quali la necessità di urinare più spesso, l’incapacità di urinare, sangue nelle urine (ematuria), e pus …